Grazie alla vita – Violeta Parra


Grazie alla Vita

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato due soli, che quando li apro

perfetto distinguo il nero dal bianco

e nell’alto cielo lo sfondo stellato

e in mezzo alla folla l’uomo che io amo

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato l’udito che in tutto il suo raggio

sente notte e giorno urla, tv e radio

silenzio, vetri rotti, risate e pianto

e la voce dolce del mio bene amato

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il suono e il vocabolario

con lui le parole che penso e declamo

madre amica sorella e sole illuminando

e la via dell’anima di chi sto amando

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato i piedi che sto trascinando

con loro ho guardato cittadine e fango

laghi neve deserti monti e mare caldo

e casa tua il tuo vicolo la strada e il parco

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il cuore che agita il suo passo

quando vedo il frutto del pensiero umano

quando vedo il bene, dal male lontano

quando vedo in fondo al tuo sguardo chiaro

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il sorriso e mi ha dato il pianto

così io distinguo bacio da cuore infranto

i 2 materiali che fanno il mio canto

ed il vostro canto che è lo stesso canto

e il canto di tutti che è il mio stesso canto

Gracias a la vida que me ha dado tanto!

Tradotta LiberaMente da VaLentin@rtista.sud

Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto,
Mi ha dato due occhi
Che quando li apro
Chiaramente vedo
Il nero e il bianco,
Chiaramente vedo il cielo alto
Brillare al fondo,
Nella moltitudine
L’uomo che amo.

Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto,
Mi ha dato l’udito
Così certo e chiaro
Sento notti e giorni
Grilli e canarini
Turbini martelli
E lunghi pianti di cani
E la voce tenera
del mio amato

Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto,
Mi ha dato il passo
Dei miei piedi stanchi
Con loro ho attraversato
Città e pozze di fango
Lunghe spiagge vuote
Valli e poi alte montagne
E la tua casa la tua strada
Il tuo cortile

Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto,
Del mio cuore in petto
Il battito chiaro
Quando guardo il frutto
Della mente umana
Quando vedo la distanza
Tra il bene e il male
Quando guardo il fondo
Dei tuoi occhi chiari

Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto
Mi ha dato il sorriso
E mi ha dato il pianto
Così io distinguo
La buona o brutta sorte
Così le sensazioni che fanno
Il mio canto
Grazie alla vita
Che mi ha dato tanto

[1965]
Parole e musica di Violeta Parra

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me dió dos luceros, que cuando los abro
Perfecto distingo, lo negro del blanco
Y en el alto cielo, su fondo estrellado
Y en las multitudes, el hombre que yo amo

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado el oído, que en todo su ancho
Graba noche y día, grillos y canarios
Martillos, turbinas, ladridos, chubascos
Y la voz tan tierna, de mi bien amado

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado el sonido, y el abecedario
Con el las palabras, que pienso y declaro
Madre, amigo, hermano y luz alumbrando
La ruta del alma del que estoy amando

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado la marcha, de mis pies cansados
Con ellos anduve, ciudades y charcos
Playas y desiertos, montañas y llanos
Y la casa tuya, tu calle y tu patio

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me dió el corazón, que agita su marco
Cuando miro el fruto del cerebro humano
Cuando miro el bueno tan lejos del malo
Cuando miro el fondo de tus ojos claros

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado la risa y me ha dado el llanto
Así yo distingo dicha de quebranto
Los dos materiales que forman mi canto
Y el canto de ustedes, que es el mismo canto
Y el canto de todos, que es mi propio canto
Y el canto de ustedes, que es mi propio canto.

Siti consigliati: Canzoni contro la guerra

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Parra. Contrassegna il permalink.

12 pensieri su “Grazie alla vita – Violeta Parra

  1. Yo soy chilena
    ma sono anche italiana

    ho fatto una traduzione di questo inno di Violeta Parra
    Questo inno scritto in italiano (da me) risulta moolto più musicale
    infatti io la canto in italiano.

    Sono traduttrice, sono convinta che le traduzioni rovinino sempre l’originale.
    Sono scrittrice, sono convinta che il messaggio vada trasmesso traducendo LiberaMente, ma lasciando intatto il messaggio.

    VaLentin@rtista

  2. Grazie alla vita ,
    è una delle più belle poesie che Violeta ci ha regalato.
    Leggendo quei versi si materializza il pensiero di Violeta con una energia tale che l’emozione non ti fa frenare le lacrime.

  3. …se io ti potresti incontrare,che storia bella avrei di ricontarti…sono romena ,e il mio amico confidente era cileno.dopo venti anni di stare in romania ,e andato nel suo paese .era la prima e ultima volta quando io ho sentito questa canzone.e ora lo trovato qui.. grazie…grazie lo google

  4. gracias a la vida non ha bisogno di traduzioni!
    solo chi non penetra nella Sua musica ha bisogno del testo per poter “capire” il significato di questo capolavoro dell’anima di Violeta Parra.

  5. Mi chiamo Gonzalo e sono cileno ed eppure sono nato a San Carlos lo tesso paesino dov`è nata tempo prima Violeta Parra. Quando ho visto questo blog e la traduzione di questo vero inno mi sono emozionato davvero tanto, grazie a chi l`ha fatto, grazie ancora di cuore.

  6. hahahahahhahahahahhahahha nun è così è :Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato due stelle, che quando le apro
    io vedo e distinguo il nero dal bianco
    e nell’alto cielo lo sfondo stellato
    Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato l’udito che in tutto il suo raggio
    sente notte e giorno latrati tempeste e turbine

    Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato il suono e il labecedario
    con lui le parole che penso e proeclamo
    madre amica fratello

    Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato i piedi che sto trascinando
    con loro ho guardato cittadine e fango
    laghi neve deserti monti e mare caldo
    e casa tua il tuo vicolo la strada e il parco
    Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato il cuore che agita il suo passo
    quando vedo il frutto del pensiero umano
    quando vedo il bene, dal male lontano
    quando vedo in fondo al tuo sguardo chiaro
    Grazie alla vita che mi ha dato tanto
    mi ha dato il sorriso e mi ha dato il pianto
    così io distinguo bacio da cuore infranto
    i 2 materiali che fanno il mio canto
    ed il vostro canto che è lo stesso canto
    e il canto di tutti che è il mio stesso canto
    Gracias a la vida que me ha dado tanto!

    Tradotta LiberaMente da VaLentin@rtista.sud
    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto,
    Mi ha dato due occhi
    Che quando li apro
    Chiaramente vedo
    Il nero e il bianco,
    Chiaramente vedo il cielo alto
    Brillare al fondo,
    Nella moltitudine
    L’uomo che amo.

    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto,
    Mi ha dato l’udito
    Così certo e chiaro
    Sento notti e giorni
    Grilli e canarini
    Turbini martelli
    E lunghi pianti di cani
    E la voce tenera
    del mio amato

    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto,
    Mi ha dato il passo
    Dei miei piedi stanchi
    Con loro ho attraversato
    Città e pozze di fango
    Lunghe spiagge vuote
    Valli e poi alte montagne
    E la tua casa la tua strada
    Il tuo cortile

    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto,
    Del mio cuore in petto
    Il battito chiaro
    Quando guardo il frutto
    Della mente umana
    Quando vedo la distanza
    Tra il bene e il male
    Quando guardo il fondo
    Dei tuoi occhi chiari

    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto
    Mi ha dato il sorriso
    E mi ha dato il pianto
    Così io distinguo
    La buona o brutta sorte
    Così le sensazioni che fanno
    Il mio canto
    Grazie alla vita
    Che mi ha dato tanto

    [1965]
    Parole e musica di Violeta Parra

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me dió dos luceros, que cuando los abro
    Perfecto distingo, lo negro del blanco
    Y en el alto cielo, su fondo estrellado
    Y en las multitudes, el hombre que yo amo

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me ha dado el oído, que en todo su ancho
    Graba noche y día, grillos y canarios
    Martillos, turbinas, ladridos, chubascos
    Y la voz tan tierna, de mi bien amado

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me ha dado el sonido, y el abecedario
    Con el las palabras, que pienso y declaro
    Madre, amigo, hermano y luz alumbrando
    La ruta del alma del que estoy amando

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me ha dado la marcha, de mis pies cansados
    Con ellos anduve, ciudades y charcos
    Playas y desiertos, montañas y llanos
    Y la casa tuya, tu calle y tu patio

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me dió el corazón, que agita su marco
    Cuando miro el fruto del cerebro humano
    Cuando miro el bueno tan lejos del malo
    Cuando miro el fondo de tus ojos claros

    Gracias a la vida, que me ha dado tanto
    Me ha dado la risa y me ha dado el llanto
    Así yo distingo dicha de quebranto
    Los dos materiales que forman mi canto
    Y el canto de ustedes, que es el mismo canto
    Y el canto de todos, que es mi propio canto
    Y el canto de ustedes, que es mi propio canto.

  7. la canzone è talmente profonda che mi rendo conto che ha bisogno di essere tradotta con il cuore;es. non due occhi ma due fari o qualcosa di più profondo nell’animo.
    a me non serve la traduzione, la amo cosi come è e non riesco a cantarla (per me) senza piangere. io ringrazio la vita per aver potuto godere di una canzone cosi bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...